sabato 9 dicembre 2017

Zimtsterne ed è proprio Natale


 


Profumo di cannella, noce moscata e chiodi di garofano, con questi biscotti l'atmosfera natalizia è garantita.
Le Zimtsterne o Stelle di cannella sono dei biscotti tipici dell'Alto Adige e di buona parte di tutti i Paesi di lingua tedesca, si pensa che abbiano un'origine ebraica e sono i biscotti più attesi e richiesti durante i famosi mercatini di Natale.
La loro forma a stella, il profumo inconfondibile e la glassa bianca che ricorda il soffice candore della neve nonché il sapore marcato di mandorle rendono questi biscotti tra i più amati. Come da tradizione questi biscotti hanno una superficie liscia e bianca per la glassa di zucchero che si scioglie in bocca che contrasta con la ruvidità della base, ottenuta dalle mandorle tritate e non polverizzate, e dalla totale assenza di farina nell'impasto.

Trattandosi di una ricetta tipica della tradizione e dalla elevata diffusione anche in svariati Paesi europei non esistono, probabilmente, due luoghi in cui le Zimtsterne abbiano lo stesso sapore.
Con tutte queste premesse non potevo scegliere biscotto più rappresentativo come contributo per celebrare la Giornata Nazionale dei Biscotti di Natale del Calendario del Cibo Italiano.

 

Visto che amo il tipico mix di spezie natalizie e glassare i biscotti la scelta è stata spontanea e preparare questi dolcetti è stato davvero divertente oltre a permettermi di entrare nello stato d'animo tipico delle feste.
Così accendete una candela, mettete su un po' di musica (magari la compilation scaricata qui) e via alla preparazione. Potete farlo a che insieme ai bambini perché è facile e veloce e loro si divertiranno moltissimo ad aiutarvi. Inoltre se prima di infornare praticate un forellino su una delle punte potrete appenderle questi deliziosi biscotti all'albero.



Qualche considerazione sulla ricetta prima di passare alla preparazione:
-alcune varianti di questi biscotti prevedono anche l'uso delle nocciole in proporzione di un terzo ,rispetto alle mandorle o metà e metà.
- se utilizzerete la farina di mandorle perderete una delle caratteristiche fondamentali di questi biscotti, ovvero il contrasto del ruvido della struttura con la scioglievolezza della glassa, ma saranno buoni comunque quindi se vi manca il tempo procedete pure
-l'albume è sempre preferibile utilizzare quello pastorizzato
-lo stampino a stella nel mio caso è di 4cm il piccolo e 8cm il grande


Per circa 80 stelline (dipende dallo stampo)

Ingredienti
400g mandorle tritate finemente ma non polverizzate (o farina di mandorle)
200g di zucchero al velo
2 albumi medi
1 cucchiaio di succo di limone
3 cucchiai di cannella
1/2 cucchiaio di zenzero in polvere
1 pizzico di chiodi di garofano in polvere
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di sale

Per la glassa
200g di zucchero al velo
1 albume
1 cucchiaio di succo di limone

In una ciotola mescolate le mandorle, le spezie e il sale. Montate gli albumi con il succo di limone e quando cominceranno ad essere schiumosi cominciate ad aggiungere lo zucchero aumentando la velocità fino ad ottenere una bella meringa lucida. Unite a cucchiaiate la meringa agli ingredienti secchi, facendo attenzione a non smontarla completamente, e amalgamando piano piano fino ad ottenere un composto compatto. Non è detto che vi serva tutta la meringa, quando l'impasto risulterà elastico avrete ottenuto il giusto risultato.
Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno un'ora.
Passato il tempo del riposo, cospargete il piano di lavoro di zucchero al velo e stendete l'impasto ad uno spessore di circa 5mm e con un tagliabiscotti a forma di stella ritagliate le stelline e sistematele su una teglia coperta di carta da forno. Rimpastate gli scarti, stendete nuova,mete fino ad esaurire il composto.
Questi biscotti hanno la peculiarità che non necessitano di un ulteriore riposo in frigorifero, perciò cuoceteli direttamente in forno preriscaldato a 150 gradi per circa 15 minuti, ma controllateli bene dopo circa 8 minuti perché non devono scurire troppo.
Quando pronti sfornateli e lasciateli raffreddare su una gratella.
Perorate la glassa montando l'album economica il succo di limone, unite lo zucchero setacciato (lo so è noioso ma va assolutamente fatto) e continuate a montare finché non sarà bella lucida; se dovesse risultare troppo liquida aggiungete zucchero, se troppo consistente aggiungete un po di succo di limone.
Glassate i biscotti aiutandovi con uno stecchino per arrivare bene sulle punte ed eliminare eventuali bollicine d'aria. E lasciate asciugare molto bene all'aria.








Ultime Ricette